Cioccolata calda: i 6 gusti più bevuti

Quanti gusti esistono di cioccolata calda? Stiamo parlando di una delle bevande più variegate, che consentono ai suoi produttori di giocare con gli ingredienti. Il cioccolato si sposa con moltissime varianti, dalle miscele alcoliche fino alle miscele ai frutti o alle spezie.

Quali sono i gusti più acquistati dai consumatori? Ognuno di noi preferisce la cioccolata in un determinato modo.

Gusti della cioccolata calda

Il primo gusto di cioccolata calda più bevuto è il classico, che possiamo trovare nella miscela fondente o al latte.

Altri gusti molto apprezzati sono all’arancia, al cioccolato bianco, alla nocciola e alla  gianduia. In commercio possiamo trovare davvero moltissimi gusti di cioccolata calda. C’è la miscela al peperoncino, al cocco, al rhum, al marron glacé, alla cannella, alla menta, allo zenzero…

La cioccolata calda è una delle bevande più bevute e apprezzate. In base, poi, al gusto personale di ognuno di noi, si può scegliere la miscela preferita, per un tocco di sapore in più.

Per esempio, la miscela di cioccolata calda al peperoncino è davvero apprezzate per i suoi benefici. Il cacao ha un gusto davvero versatile, che riesce a sposarsi bene con degli ingredienti particolari, come il sale, il peperoncino e addirittura il curry!

Ogni paese ha le sue miscele di cioccolata calda: in India, sono soliti accompagnare la bevanda con un pizzico di curry, per esaltarne il suo sapore. In America, invece, è uso comune aggiungere una minima parte di sale al cioccolato, e il risultato è sorprendente.

Differenze tra le cioccolate calde

Quali sono le differenze tra le varie cioccolate calde? Le differenze più grandi si trovano tra cioccolato fondente, cioccolato al latte o cioccolato bianco.

Il cioccolato fondente è puro: possiamo trovarlo in commercio nelle miscele di 75%, 85% e 90% di fondente. Il suo sapore è tipicamente amaro e non è lavorato con zuccheri aggiunti. Infatti, è consigliato persino durante le diete.

Per quanto riguarda il cioccolato al latte, è l’ideale per chi non sopporta l’amaro del fondente ed è stato creato solo alla fine dell’800 da Daniel Peter. In poche parole, durante la sua lavorazione, si aggiunge il 25% di cacao e una minima parte di latte.

In ultimo, abbiamo il cioccolato bianco, uno dei più amati soprattutto dai più piccoli, per il gusto estremamente dolce. Questo tipo di cioccolato venne inventato in Svizzera poco tempo dopo la Prima Guerra Mondiale. Solitamente, si prepara con burro di cacao, zucchero e derivati del latte.